La luce di Mirta Rem Picci

La luce di Mirta Rem Picci

.
Fiaccola nella notte illumini
i miei giorni. Dopo il tuo
suicidio ancora resti nell’
anima mia, tu Mirta,
nel protendermi al Cielo
per ascoltarti mentre esisti o
quando scendi ed entri qui
e adesso nel mio studio
mentre di te scrivo, Mirta,
amica più che sorella.
E mi insegnerai il gioco
con le carte e io ti farò
di scacchi una lezione
come tu volevi, Mirta
di luna anima. Saremo
in sintonia nel giardino
della villa e ovunque e
mi darai ceste di fortuna.
.
Raffaele Piazza

Alessia nei prati con Mirta

Alessia nei prati con Mirta

Stese nella freschezza dell’erba
Mirta e Alessia all’ombra
di una centenaria quercia
sottese a viva gioia le anime
a invadere delle ragazze.
Acqua di sorgente beve Alessia
e ride Mirta venuta dal Cielo.
“Non ti lascerà mai” dice Mirta.
Alessia felice nel rigo azzurro
del pensiero ride anche lei
e il verde polito le circonda
come una storia che finisce bene.
Raffaele Piazza

Fernando Pessoa – Orizzonte

Fernando Pessoa
ORIZZONTE

Mare anteriore a noi, le tue paure
corallo e spiagge e alberete.
Sbendate la notte e la caligine,
le tormente passate e il mistero
si apriva in fiore la Lontananza, e il Sud siderale
splendeva sulle navi dell’iniziazione.
.
Linea severa della riva remota –
quando la nave si approssima, s’alza la costa
in alberi ove la Lontananza nulla aveva;
più vicino, s’apre la terra in suoni e colori:
e, allo sbarco, ci sono uccelli, fiori,
ove era solo, di lontano, l’astratta linea.
.
Il sogno è vedere le forme invisibili
della distanza imprecisa, e, con sensibili
movimenti della speranza e della volontà,
cercare sulla linea fredda dell’ orizzonte
l’albero, la spiaggia, il fiore, l’uccello, la fonte –
i baci meritati della Verità.

Felipe Garcia Quintero

Felipe García Quintero
*
Pietra

1.
Sii un mio pensiero.

La fermezza del mio mutismo latente
non l’ombra del mio corpo, la sua ferita.

Io, il tuo possesso, il mio ospite
nella voce, la stanza vuota di ogni osso.

2.
Avvicinando la miseria
ed il perpetuo vagabondare del silenzio.

Pietra

Felicità sconfitta o mutismo cantato?

Nel pugno determinato delle lacrime
quanto c’è là di te, sempre con me.

3.
Sciocco mio cielo di ogni pianto
popoli l’oscurità della mia infanzia.

La voce nel silenzio ti tocca
il vuoto ti acclama
la solitudine t’include.

Vigile sereno e nascosto di ogni morte.

4.
Pietra

Sii il volo della mia caduta.

(2003)

Traduzione di Anila Resuli

*